Scheda acquisizione dati - Parte Software

E dopo aver realizzato la scheda di acquisizione dati, bisogna scrivere qualche riga di codice; Il programma deve:

  • Leggere il dato convertito, un bit dopo l'altro (comunicazione tipo seriale)
  • Unire tutti i singoli bit formando una parola da 12bit
  • Convertire la parola in un numero decimale
  • Moltiplicare il numero per un opportuno fattore di scala

Comunicazione via SPI

La comunicazione tra l'ADS7816 ed il Raspberry, avviene tramite bus SPI. Sono disponibili acquisizione dati via SPIvarie librerie (anche in python) per gestire la comunicazione in questa modalità, come la py-spidev; purtroppo tutte hanno documentazione quasi nulla, gli esempi in giro per la rete sono pochi e sempre con le stesse periferiche (MCP3008 o 3002), rendendo laborioso anche un po' di sano reverse engineering. Continua a leggere

Scheda acquisizione dati - Parte Hardware

Uno dei vari pregi del Raspberry, utilissimo per chi voglia sviluppare sistemi più o meno scheda acquisizione daticomplicati, è disporre dei bus I2C, SPI e UART, indispensabili se ci si vuole interfacciare a periferiche come memorie (ad esempio per le SD si usa l'I2C), convertitori od anche microcontrollori. Trovando un ADS7816 mi sono deciso a sviluppare qualcosa di più interessante rispetto a quanto fatto fin'ora: una scheda di acquisizione dati ad 1 canale (purtroppo il 7816 non ne mette di più a disposizione) e 12bit, che dialoghi con il Raspberry tramite SPI (supportato dal ADC in questione). Il tutto, per quanto misero sia al momento, servirà da base per il futuro (con un MCP3204 avrei 4 canali da 12 bit, e costa qualche dollaro anche al dettaglio); per ora voglio prendere un po' di dimestichezza e farmi un'idea dei principali problemi e delle prestazioni raggiungibili. Continua a leggere

Ferrate estive - New Training Wall

Non avendo ancora avuto tempo per qualche uscita, causa sessione estiva, ho pensato che è il caso di cominciare con un po di allenamento intensivo, per evitare di schiattare sul parete di arrampicata, scrosatura pittura Coglians (meta significativa di quest'estate). E finchè non ho tempo di uscire, l'unico allenamento possibile è quello in camera mia, dove anni addietro avevo allestito una training wall (una sorta di parete di arrampicata su cui, a dirla tutta, non ci si arrampica) montando una coppia di Rock Rings della Metolius ed un paio di moschettoni per tenermi allenato almeno con le braccia e ripassare qualche manovra. Ma causa il clima non proprio favorevole dell'inverno appena passato, il muro si è ricoperto di un poco simpatico strato di muffa, che unito alla spoglia parete non mi incoraggiano certo ad allenarmi con questo caldo... Sì è così resa necessaria una rinfrescata alla parete: scrostatura di tutta la vernice, ritinteggiatura e...

Continua a leggere

Autoinduzione

Digressione

Autoinduzione ed alimentatori switching... Avete mai fatto caso al capodanno che festeggiano ogni giorno i vostri computer e non solo? 🙂

effetti autoinduzione