Congelatore per dégorgement: parte 4 - Problemi con i test?

"Il genio è per l'1% ispirazione e per il 99% sudore". Thomas Alva Edison. Speriamo bene test congelatorevisti i primi test sul congelatore, non proprio entusiasmanti... La prima prova ovviamente la peggiore: temperatura di partenza 17°C, dopo 2 ore ancora  a 14°C, spento tutto perché si capiva che di più la temperatura non sarebbe scesa. Dopo un consulto su TechArena con gli abitueè delle peltier, comincio a venirne fuori... Innanzitutto il dissipatore lato freddo non può essere costituito dal contenitore in acciaio zincato, perché troppo lento ed inadatto a scambiare calore. Ho quindi dovuto creare una finestra quadrata dietro cui fissare il nuovo dissipatore, preso da un Pentium III (è il dissipatore del lato caldo che deve essere performante, per il lato freddo questo basta). Continua a leggere

Preparazioni inusuali - Mostarda di cachi

Cosa fare con 3 casse di splendidi cachi quasi interamente maturi? Impossibile finirli tutti in qualche giorno, pena mesi e mesi di provante stitichezza... Ecco allora che l'inverno e le mostardasue feste alle porte, suggeriscono di preparare qualche barattolo di salse; e la scelta non poteva che ricadere sulla mostarda di cachi, a dire il vero ricetta aquanto inusuale. O così ho pensato quando, dopo aver cercato per ore, ho realizzato che tutti ricettari a casa ed il web erano avari di ricette... Ho quindi dovuto arrangiarmi provando una ricetta personale... Ed a Natale sapremo com'è! Le dosi per 4 vasetti da 250ml di mostarda sono: 1.5 kg di cachi maturi, Continua a leggere

Preparare la base - Spumantizzazione artigianale: parte 2

lieviti cerevisiae per spumantizzazionePigiatura e fermentazione

Come già visto, il primo passo è la pigiatura ottenuta con una leggera torchiatura delle uve (cioè vinificazione in bianco perché il pigiato non è a contatto con le vinacce) . Al torchiato vengono aggiunti lieviti cerevisiae nella misura di 20g/hl. Nel mio caso 2g, che sono stati prima "attivati" in 2cl di acqua zuccherata a 35°C, e poi aggiunti al torchiato. La damigiana viene chiusa con un tappo colmatore, che permette alla CO2, sviluppatasi durante la fermentazione, di uscire impedendo contemporaneamente all'ossigeno di entrare a contatto con il mosto ed ossidarlo. Continua a leggere