Aluminum Raspberry case

case raspberry

Vista frontale

Volendo cominciare ad aggiungere qualche interfaccia esterna al Raspberry, ho voluto passare dal simpatico case in LEGO a qualcosa di più professionale e comodo. La necessità principale era avere un case che potesse alloggiare il Raspberry, l'alimentatore (che ora è ancora svolazzante in giro per la scrivania, sollecitando non poco il connettore microUSB) ed alcune eventuali schede aggiuntive (ad esempio con un ADC o per l'interfacciamento degli I/O). Il tutto doveva garantire accessibilità, ventilazione (per eventuale overclock) e non svilupparsi troppo in superficie sulla mia scrivania, già piena di robaccia. Ho quindi scelto una struttura a 4 piani (alimentatore, Raspberry e 2 schede eventuali) realizzata con tubolare a sezione quadrata di alluminio (mi avanzava una barra da 1m e 10mm di lato). Per i ripiani ho usato una piastra di alluminio da 0.25mm (4€ in un brico decente) tagliata in 4 spezzoni.

L'alloggiamento per l'alimentatore (ancora da installare) si trova nel ripiano più basso (perché una volta installato l'alimentatore non viene più manovrato, quindi può trovarsi nel ripiano meno accessibile; inoltre il cavo di alimentazione ingombra di meno). Per la protezione dai contatti diretti, vista la presenza di tensione di rete, ho adottato una griglia metallica (che garantisce tra l'altro una certa ventilazione, oltre a migliorare notevolmente l'aspetto estetico) che ho sagomato con il dremel e piegato in morsa; operazione non da poco, visto che la griglia era in inox!

case raspberry

Particolare del vano per l'alimentatore (da inserire)

Per quanto riguarda i fissaggi, i ripiani sono giuntati agli angolari di alluminio mediante rivetti (quindi un fissaggio definitivo), mentre gli angolari sono fissati ai tubolari di alluminio mediante viti e dadi, così da permettere la rimozione del ripiano qualora necessaria. Volendo aggiungere ulteriori ripiani (mi sono tenuto volutamente abbondante con le distanze) basta praticare nei tubolari 4 fori passanti.

case raspberry

Zoom del sistema di fissaggio

Sono state aggiunte quasi alle estremità dei tubolari, 4 barre filettate M4 in alluminio che hanno lo scopo di conferire rigidità alla struttura: infatti, avendo usato (per le basi) una lastra da 0.25mm, vi era una certa "mobilità" residua del case.

case raspberry

Particolare delle barre irrigidenti