Ribollir dei tini - Spumantizzazione artigianale: parte 1

Nelinsp2l'attesa di terminare il congelatore per dégorgement, è arrivata l'ora di vendemmiare e cominciare la spumantizzazione. Il metodo che seguirò sarà quello "Classico", o "Champenoise", e ha come fase centrale la rifermentazione in bottiglia del vino di partenza. Le fasi sono, in ordine cronologico:

Continua a leggere

Congelatore per dégorgement: parte 2 - Costruzione

Assemblaggio contenitore in lamiera

La prima cosa da fare è realizzare il contenitore che ospiterà il liquido refrigerato ed il collo della bottiglia da sboccare. Si parte da un avanzo di lamiera zincata (l'avevolamiera congelatore usata per il Raspberry)  di lato 12 cm e lunghezza circa 1m. Per fare le cose facili ho optato per la forma cubica; prima di piegarla, l'ho forata ogni 2cm (e 1cm dai bordi), come nella foto qui a fianco; le striscie di carta servono per la centratura del mandrino, mentre sotto di esse vi è del nastro adesivo nero che eviterà lo scivolamento della punta del trapano (ho una colonna alquanto scrausa). Ed ora, una serie di foto per evidenziare passo per passo come realizzarlo: Continua a leggere

Congelatore per dégorgement: parte 1 - DIY strani

Stufo dei soliti schemi, dei soliti circuiti, delle solite cose... Sembra che tocchi per forza damigiane andare su siti americani per trovare realizzazioni interessanti o macchinari fuori dal comune. E bon che vivo nella patria di Da Vinci...

Ho deciso allora che proverò a staccarmi dalla monotonia realizzando qualcosa di inusuale (almeno per i non  addetti ai lavori): avendo intenzione quest'anno di spumantizzare qualche litro di verduzzo, avrò bisogno di un congelatore per colli di bottiglia: per chi non lo sapesse, una delle ultime fasi della spumantizzazione è il "dégorgement": in parole povere, consiste nell'apertura della bottiglia del futuro spumante per permettere l'espulsione delle "fecce" accumulatesi durante l'affinamento. Successivamente Continua a leggere

Lavori di mezza estate - Portaspezie vintage

Ultimo e più grande lavoro della misera settimana di vacanza, ristrutturato assieme alla mia ragazza. Inizialmente avevo pensato per questa vecchia "galinera" un futuro da portariviste; scelta alquanto noiosa... così dietro suo suggerimento, è stato trasformato in un portaspezie che ha sostituito l'orrendo mobiletto precedente, che avevo realizzato con grande entusiasmo dopo il primo anno di falegnameria a scuola.

portaspezie

La vecchia mangiatoia di partenza

Continua a leggere

Lavori di mezza estate - Un bucolico vassoio

Il coperchio rimosso da una vecchia botte da destinarla alla produzione di broade; unico, vintage, bellissimo da vedere, impossibile lasciarlo marcire in qualche angolo. Ho fissato le 3 sezioni che lo componevano con due sottili lamine di legno avvitate sul retro, perché le prime erano semplicemente pressate assieme, ne incollate ne inchiodate, rischiando di separarsi al minimo sforzo.

vassoio

Il coperchio di partenza

Continua a leggere

Lavori di mezza estate - Shots serving board

Non c'è periodo migliore della settimana in campagna per tornare a lavorare su qualche pezzo... Trovato quindi un vecchio pezzo di aratro (penso una bure o uno degli attacchi all'animale, non lo so ancora con certezza), ho deciso che la forma era perfetta per una shots serving board, sicuramente più  conosciuto come mezzo (in questo caso) metro:

serving board

Pezzo di partenza: un pezzo dell'organo di attacco di un aratro a trazione animale

Continua a leggere

Scheda acquisizione dati - Parte Software

E dopo aver realizzato la scheda di acquisizione dati, bisogna scrivere qualche riga di codice; Il programma deve:

  • Leggere il dato convertito, un bit dopo l'altro (comunicazione tipo seriale)
  • Unire tutti i singoli bit formando una parola da 12bit
  • Convertire la parola in un numero decimale
  • Moltiplicare il numero per un opportuno fattore di scala

Comunicazione via SPI

La comunicazione tra l'ADS7816 ed il Raspberry, avviene tramite bus SPI. Sono disponibili acquisizione dati via SPIvarie librerie (anche in python) per gestire la comunicazione in questa modalità, come la py-spidev; purtroppo tutte hanno documentazione quasi nulla, gli esempi in giro per la rete sono pochi e sempre con le stesse periferiche (MCP3008 o 3002), rendendo laborioso anche un po' di sano reverse engineering. Continua a leggere

Scheda acquisizione dati - Parte Hardware

Uno dei vari pregi del Raspberry, utilissimo per chi voglia sviluppare sistemi più o meno scheda acquisizione daticomplicati, è disporre dei bus I2C, SPI e UART, indispensabili se ci si vuole interfacciare a periferiche come memorie (ad esempio per le SD si usa l'I2C), convertitori od anche microcontrollori. Trovando un ADS7816 mi sono deciso a sviluppare qualcosa di più interessante rispetto a quanto fatto fin'ora: una scheda di acquisizione dati ad 1 canale (purtroppo il 7816 non ne mette di più a disposizione) e 12bit, che dialoghi con il Raspberry tramite SPI (supportato dal ADC in questione). Il tutto, per quanto misero sia al momento, servirà da base per il futuro (con un MCP3204 avrei 4 canali da 12 bit, e costa qualche dollaro anche al dettaglio); per ora voglio prendere un po' di dimestichezza e farmi un'idea dei principali problemi e delle prestazioni raggiungibili. Continua a leggere

Ferrate estive - New Training Wall

Non avendo ancora avuto tempo per qualche uscita, causa sessione estiva, ho pensato che è il caso di cominciare con un po di allenamento intensivo, per evitare di schiattare sul parete di arrampicata, scrosatura pittura Coglians (meta significativa di quest'estate). E finchè non ho tempo di uscire, l'unico allenamento possibile è quello in camera mia, dove anni addietro avevo allestito una training wall (una sorta di parete di arrampicata su cui, a dirla tutta, non ci si arrampica) montando una coppia di Rock Rings della Metolius ed un paio di moschettoni per tenermi allenato almeno con le braccia e ripassare qualche manovra. Ma causa il clima non proprio favorevole dell'inverno appena passato, il muro si è ricoperto di un poco simpatico strato di muffa, che unito alla spoglia parete non mi incoraggiano certo ad allenarmi con questo caldo... Sì è così resa necessaria una rinfrescata alla parete: scrostatura di tutta la vernice, ritinteggiatura e...

Continua a leggere

Autoinduzione

Digressione

Autoinduzione ed alimentatori switching... Avete mai fatto caso al capodanno che festeggiano ogni giorno i vostri computer e non solo? 🙂

effetti autoinduzione

Google Charts, CSV e grafici in tempo reale

grafico con google chartsNel poco tempo concessomi dalla sessione estiva, mi sono interrogato circa la possibilità di disporre sul blog di un grafico aggiornato in tempo reale (o quasi, a me basta ogni ora) con la temperatura del Raspberry. La cosa sembra abbastanza inutile (ed in effetti lo penso anche io >:( ) , ma l'applicazione è a solo fine di apprendimento: potrebbe diventare interessante qualora ci fosse qualcosa di più significativo da graficare (ad esempio se usassi il raspi come un datalogger in remoto).

Schema generale applicazione

Quello che voglio fare è: leggere la temperatura interna del processore del Raspberry (come già fatto varie volte), associarci data e ora e caricare il tutto su un grafico in una pagina del blog. Di per se non è difficile, ma richiede più di qualche passaggio: Continua a leggere

Interfaccia optoisolata: accensione - Raspberry PI

circuito test interfacciaE dopo aver realizzato l'interfaccia, è giunto il momento di testarne il funzionamento; quantomeno che non bruci il Raspberry durante il funzionamento. L'apparato di misura è molto semplice: una delle uscite dell'interfaccia è riportata su una breadboard e fa da interruttore elettronico ad una serie led - resistenza di limitazione. Il tutto è sottoposto a 12V provenienti da un alimentatore stabilizzato (nella foto quello con il led blu accecante). Inoltre, ai capi della resistenza sono connessi i Continua a leggere

Interfaccia I/O optoisolata - Raspberry PI

Ho sempre ritenuto che comprarsi un Raspberry solo per vantarsene in giro sia qualcosa da spocchioso radical chic: ci sono troppe cose carine da realizzarci intorno, per interfaccia terminatalasciarlo a prendere polvere su qualche scrivania, nell'attesa che arrivino gli amici cui farlo vedere... Così ho finalmente trovato qualche oretta per realizzare un'interfaccia che permetta di usufruire in tutta tranquillità degli input/output che il Raspberry mette a disposizione. Vi sono infatti la bellezza di 17 pin, di cui 8 utilizzabili come I/O digitali generici e 9 utilizzabili anche per comunicare con dispositivi via I2C, SPI e UART. Nel mio caso trovavo 8 I/O generici insufficienti, così ho deciso di Continua a leggere

Aluminum Raspberry case

case raspberry

Vista frontale

Volendo cominciare ad aggiungere qualche interfaccia esterna al Raspberry, ho voluto passare dal simpatico case in LEGO a qualcosa di più professionale e comodo. La necessità principale era avere un case che potesse alloggiare il Raspberry, l'alimentatore (che ora è ancora svolazzante in giro per la scrivania, sollecitando non poco il connettore microUSB) ed alcune eventuali schede aggiuntive (ad esempio con un ADC o per l'interfacciamento degli I/O). Il tutto doveva garantire accessibilità, ventilazione (per eventuale overclock) e non Continua a leggere

Errori di percorso - Rivettavite

Digressione

Ecco cosa succede a comprare una rivettatrice di dubbia fattura... "costa poco ma no fa piazer"!

rivettatrice rotta

Negli unici 10 minuti liberi della mattina ero intento a rivettare un nuovo case per il raspberry quando... un problema nell'espulsione della coda del rivetto mi ha indotto ad infilare un cacciavite e forzare l'uscita. Il risultato è un cacciavite incastrato dentro (e probabilmente flesso dentro la rivettatrice, visto che anche lui non era di gran marca) ed un nuovo attrezzo, dalle proprietà ancora inesplorate...

Over temperature! Automatic shutdown - Raspberry

over temperature raspberryAncora qualche riga in python prima di cominciare con il making serio ed usare i GPIO. Visto che una delle prossime cose da fare sarà overcloccare il Raspberry, e visto che superati gli 85°C il Raspberry perde la garanzia (oltre a rischiare di diventare marmellata di lampone), ho preparato uno script in python che in caso di over temperature spegne immediatamente il rasp. In pratica non si fa altro che leggere ogni secondo la temperatura interna del processore, ed eseguire lo shutdown (grazie alla libreria os) nel caso Continua a leggere

Automatic data upload with Curl - Raspberry PI

automatic data upload with curlOgni tanto è bello cambiare! Magari di poco, ma male non fa: appena finito di sistemare il Raspberry per caricare in automatico i dati con curlftpfs, ho provato un altro modo. Il primo faceva uso di curlftpfs: in parole povere creavo una cartella in locale, dove caricavo il file (che uno script php doveva interpretare) che veniva subito uploadato sul server. Soluzione molto elegante, che purtroppo mi aveva dato qualche problema in fase di scrittura (prima per la sintassi, poi per i permessi con mount ed infine per l'assenza della specifica _netdev...). Con curl è tutto più semplice e rapido, Continua a leggere