Prime impressioni - Raspberry PI

raspberry LEGO casePrime opinioni sul Raspberry, dopo 2 giorni di utilizzo; spero possano essere d'aiuto a qualcuno indeciso sull'eventuale acquisto. Intanto parliamo di prezzo: è vero che il solo Raspberry costa 33€ nella versione più performante, ma dovete tenere conto che a questi vanno aggiunti i costi di spedizione (6.28€ senza altre tasse doganali, visto che lo spediscono dall'inghilterra, paese UE, se lo ordinate da RS). Ciò supponendo di avere già monitor, tastiera mouse, memoria SD, HUB USB (d'obbligo, a meno che non vi connettiate via Ethernet), wireless key e soprattutto alimentatore (5V, 1A con micro USB, l'ho preso oggi dai cinesi per 7€). Tranne l'HUB e l'alimentatore avevo già tutto (visto che uno dei due Rasp presi serviva proprio a sostituire il vecchio PC fisso di casa mia), quindi me la sono cavata con una quindicina di euro.

Per quanto riguarda compattezza e comodità non credo esista nulla del genere: rimangoraspberry visto dall'alto ancora basito quando penso che in 8cm x 5cm ci sta il doppio della potenza di calcolo del mio primo computer, un Pentium 3, la cui sola motherboard era un piastrone di 30cm di lato...fantastico! L'unica scomodità è data dalla posizione dei connettori, che si trovano su tutti e 4 i lati: soluzione sicuramente indispensabile dal punto di vista elettronico, ma che costringe ad avere i cavi non proprio in ordine. Tenete poi conto che i connettori sono veramente ridotti all'osso: nella versione migliore, oltre all'HDMI avete un jack stereo, un RCA per il video in PAL, 1 Ethernet 10/100, la strip con gli I/O generici (se non giocate con l'elettronica non ve ne fate praticamente nulla),  e 2 sole USB 2.0: non aspettatevi quindi di appenderci decine di periferiche come tutti siamo abituati. Non è detto però che questa raspberry con vncscarsità sia necessariamente limitante: nel mio caso mentre un Raspberry è utilizzato al posto di un fisso (ed in questo caso un o di fastidio c'è), l'altro è utilizzato in remoto grazie ad un VNC: in pratica installato un server VNC sul Raspberry ed un client VNC sul mio notebook, posso lavorare con il desktop del primo sul portatile (guardare a lato per credere!); utile per chi ha intenzione di utilizzare il Raspberry, ad esempio, per automazione domestica, stazioni meteo o cose del genere, dove potrebbe far comodo controllarlo a distanza.

Per quanto riguarda la funzionalità, siamo sempre la: se avete intenzione di passare da winzozz al Raspberry con una delle sue Debian, solo per fare i radical chic e seguire una delle tante mode del momento, rimarrete delusi e probabilmente il vostro Rasp finirà presto nell'elenco dei capricci avuti e mai guardati, o quasi. L'ideale sarebbe avere un'esperienza anche basilare con Linux (io venivo da Ubuntu) perché il ricorso alla riga di comando è frequente (probabilmente sudo apt-get install diventerà la frase da voi più scritta...) e le soluzioni di molti problemi non semplici e rapide come con windows.

Ed infine la voce che, a ragione, più interessa: quanto è veloce? Premettendo che non mi sono ancora avventurato nel suo overclock, dipende dai punti di vista; abituato a vedere i programmi aprirsi in 2 secondi mi trovo subito male: per aprire Midori, il browser, ci vogliono 5 secondi abbondanti e certo non vi è quella prontezza di risposta a cui si è abituati; dopo 7 minuti di continue interruzioni e gracidii, ho abbandonato l'idea di ascoltarmi la tocata e fuga in D minore da You Tube. Idem anche per i più semplici giochetti pre-installati. Tranne un lungo tempo di avvio, non ci sono stati grandi problemi invece con LibreOffice (unico neo, non provato ancora, Impress, dicono che sia molto lento con la creazione di slide). Mettiamola così: se avete intenzione di usarlo per programmarci o svilupparci qualcosa di elettronico intorno, non dovreste avere grandi problemi. Altrimenti rinunciate a prenderlo o mettete in conto un overclock (con annesso acquisto di dissipatore e contorno). Quest'ultimo aspetto è poi molto interessante: il produttore fornisce infatti alcuni livelli consigliati di overclock, (potete comunque impostarne uno vostro particolare)  fino ad 1 GHz, impostabili modificando il file config.txt e senza che il Raspberry perda la garanzia! E' inoltre presente una modalità "turbo" che permette di regolare automaticamente il clock in funzione della temperatura, per evitare instabilità e danni permanenti. Non male!

  • Nenad

    Very nice! You're the best in doing what you do, so keep going! 😉