Foldscope + Raspberry Camera? An Adapter!

raspberry camera e foldscopeFinalmente, dopo qualche mese, sono riuscito a riprendere in mano il Foldscope ed il RasPI (con annessa la camera da 5Mpx). L'idea era quella di farli lavorare accoppiati, ottenendo un sistema di video-acquisizione con diversi vantaggi rispetto al solito smartphone da agganciare al Foldscope: innanzitutto migliori manovrabilità e stabilità, fondamentali per lo studio di campioni liquidi, oltre a maggiori possibilità di regolazione (tramite qualche script in python o dalla shell di Raspbian è possibile regolare praticamente qualsiasi parametro della fotocamera). Inoltre la fotocamera del Raspberry è di qualità decisamente superiore alla maggior parte delle webcam reperibili a quel prezzo. L'unica questione da risolvere era l'accoppiamento tra RasPI e Foldscope: la soluzione Continua a leggere

From Stanford with love... Foldscope!

foldscopeIn genere non mi abbandono a sentimentalismi scrivendo un articolo per il blog, ma per una volta è doverosa un'eccezione: sabato, dopo oltre 3 mesi di attesa, mi è arrivato un bustone con mittente il Prakash Lab di Stanford! Direttamente dalla 7^ migliore università al mondo, il Foldscope!! Il pacco conteneva 2 fogli per assemblare 2 Foldscope (che sono realizzati in carta plastificata), una lente a basso ed una ad elevato ingrandimento, una lente condensatrice, oltre al necessario per montare il foldscope sulla fotocamera dello smartphone piuttosto che usarlo come proiettore. A questo si aggiungono il modulo con il led per l'illuminazione del campione (anche se a mio modesto parere la ritengo poco intensa) ed il necessario per Continua a leggere

Foldscope: 50 cent per 2000 ingrandimenti

foldscope in funzioneSi sa che scienza e tecnologia compiono senza sosta passi da gigante ma, è proprio il caso di dirlo, per una volta  il passo è stato di qualche micrometro ed è costato circa 50 centesimi di dollaro. A tanto ammonta il costo di produzione di un Foldscope, un microscopio decisamente poco ingombrante, effettivamente economico ma eccezionalmente funzionante. L'idea nasce   all'università di Stanford, quando Manu Pakrash ha un'epifania: rendere economicamente accessibile la possibilità di ingrandire un campione fino a 2100 volte, montando Continua a leggere