DIY - Cravatte in ordine (finalmente)

Un must per evitare che le cravatte continuassero a sgualcirsi in un cassetto strapieno... La scatola è un contenitore per bottiglie di spumante, se ne trovano a decine sotto natale (vuoti ovviamente) per confezionare regali e cesti. Ho subito eliminato un supporto in compensato che era stato incollato all'interno per sostenere il collo della bottiglia (si nota nella I^ foto). Quindi ho lucidato l'esterno della scatola (già in ottime condizioni ovviamente) con della cera scura.

porta cravatte

La scatola di partenza: in legno, per bottiglie di spumante da 0.75L

Continua a leggere

Lavori di mezza estate - Portaspezie vintage

Ultimo e più grande lavoro della misera settimana di vacanza, ristrutturato assieme alla mia ragazza. Inizialmente avevo pensato per questa vecchia "galinera" un futuro da portariviste; scelta alquanto noiosa... così dietro suo suggerimento, è stato trasformato in un portaspezie che ha sostituito l'orrendo mobiletto precedente, che avevo realizzato con grande entusiasmo dopo il primo anno di falegnameria a scuola.

portaspezie

La vecchia mangiatoia di partenza

Continua a leggere

Lavori di mezza estate - Un bucolico vassoio

Il coperchio rimosso da una vecchia botte da destinarla alla produzione di broade; unico, vintage, bellissimo da vedere, impossibile lasciarlo marcire in qualche angolo. Ho fissato le 3 sezioni che lo componevano con due sottili lamine di legno avvitate sul retro, perché le prime erano semplicemente pressate assieme, ne incollate ne inchiodate, rischiando di separarsi al minimo sforzo.

vassoio

Il coperchio di partenza

Continua a leggere

Lavori di mezza estate - Shots serving board

Non c'è periodo migliore della settimana in campagna per tornare a lavorare su qualche pezzo... Trovato quindi un vecchio pezzo di aratro (penso una bure o uno degli attacchi all'animale, non lo so ancora con certezza), ho deciso che la forma era perfetta per una shots serving board, sicuramente più  conosciuto come mezzo (in questo caso) metro:

serving board

Pezzo di partenza: un pezzo dell'organo di attacco di un aratro a trazione animale

Continua a leggere

DIY - Prove di tagliere

C'era una volta, in una casa di campagna, un imponente pero ultracentenario che si ammalò, iniziando a perdere rami sopra le persone. Così si optò per una decisa potatura, che mi permise di entrare in possesso di un ceppo largo poco meno di 30cm e alto un 35cm. Il caso volle che in quel periodo avessi il pallino della cucina, così decisi di provare a realizzare un tagliere...

Il legno di pero è duro e possiede un colore, tra il rossiccio ed il  rosa, che secondo me è tagliere in lavorazionemagnifico. Il tronco ha stagionato all'aperto protetto dalla pioggia per 6 mesi, purtroppo  pochi (me ne sono accorto appena ho iniziato a lavorarlo a casa mia, quando nel giro di 2 settimane si sono formate alcune fratture). Ho cominciato ricavando la fetta centrale del tronco, lavoro che mi ha portato via qualche giorno, perchè ho tagliato a mano nelle pause dallo studio. Lo spessore iniziale è di 3,5cm che ho portato a 2.5cm lisciando i lati della tavola con un platorello montato sul trapano a colonna (per velocizare il tutto, a mano ci avrei messo qualche mese...). Sono partito con una carta a grana 60 per dare la lisciata finale con una grana 320. Tra le altre cose ho smussato leggermente i bordi. Infine ho forato uno dei lati corti per introdurvi un manico in rame (realizzato con uno scarto di tubo di rame per climatizzatore). Continua a leggere