Blackout

blackout Alla fine di una giornata in cui il blocco dei sistemi informatici del NYSE, della United Airlines e del Wall Street Journal lasciano intravedere le possibilità di un attacco hacker ad ampio raggio (solo parzialmente smentito, nel momento in cui scrivo), e dopo le recenti rivelazioni di un infiltrato del servizio segreto russo, non posso che  porvi alcune semplici domande: quanto pensate che una città possa vivere senza che le pompe dell'acquedotto siano in funzione? Senza che una famiglia possa calare l'acqua? Senza che i distributori di benzina eroghino carburante? E se il blackout durasse più dell'autonomia dei gruppi elettrogeni di un ospedale, cosa succederebbe? Cosa accadrebbe se le migliaia di tonnellate di carne stoccate nei magazzini a temperatura controllata marcissero per il prolungarsi dell'interruzione? Ma ancora peggio... Se le centrali non riuscissero Continua a leggere