Termovinificatore

L'idea di un termovinificatore è sorta quando ho avuto la necessità di controllare la temperatura di una damigiana di mosto durante la fermentazione (fase in cui è bene che il pigiato resti a temperatura costante). Questo progetto mi ha portato via non poco tempo (e soprattutto soldi!), ma nonostante ciò ha dato grandi soddisfazionimmagine del sistema di controlloi, soprattutto durante la progettazione. Il termovinificatore, così come realizzato da me, si divide idealmente in due grandi sezioni:

1) Una vasca di acqua in cui viene immersa la damigiana da regolare (non presente nelle foto); la temperatura del mosto all'interno della damigiana viene controllata aumentando o diminuendo la temperatura dell'acqua che avvolge il vaso (per avere maggiore uniformità) tramite una serpentina in rame in cui scorre acqua alla temperatura voluta (si è voluto evitare l'inserimento diretto di una resistenza nel vascone sempre per avere maggior uniformità nella distribuzione della temperatura e maggior sicurezza)

vista della pompa e delle elettrovalvole2) Il sistema di controllo, alloggiato nel case di un vecchio server, è costituito da un serbatoio in cui l'acqua viene portata alla temperatura voluta (tramite una resistenza da 1kW e annessa pompa per lo scorrimento forzato dell'acqua nella serpentina in rame), e tutto il sistema di regolazione e sicurezza, comprendente un regolatore ac/ac per la pompa, un termostato di sicurezza, una scheda a microcontrollore per la gestione di alcune elettrovalvolve per lo scarico di emergenza della vasca, un controllore on/off di temperatura che piloti la resistenza ed infine il pannello per l'interazione con l'utente.